Inserimento IUD

La spirale è un piccolo dispositivo contraccettivo che si colloca nella cavità uterina. Esistono due tipi di spirale:

La spirale al rame è un piccolo dispositivo di plastica con del rame avvolto intorno allo stelo centrale.

La spirale al PROGESTERONE (Mirena unico marchio esistente) è un piccolo dispositivo a forma di T con un cilindro che contiene progesterone intorno allo stelo centrale.

E'  il metodo contraccettivo che ha una efficacia  più vicina a quella dei contraccettivi ormonali(orali e vaginali), con un tasso di protezione dalla gravidanza del 95-99 % (calcolato su 100 donne in età fertile in un anno). E' un metodo contraccettivo meccanico.

La spirale influisce sui movimenti e la sopravvivenza degli spermatozoi nell'utero in modo che non  riescano a raggiungere l'ovulo e fecondarlo. La spirale inoltre modifica il rivestimento interno dell'utero (endometrio) rendendolo inadatto alle gravidanze, impedendo che l'ovulo , nel caso che venga fecondato, possa impiantarsi e svilupparsi.

Sia la spirale al rame che la spirale Mirena presentano i seguenti vantaggi:

  • Efficace contraccezione
  • Non interferenza con l'equilibrio endocrino
  • Facilità di mantenimento,non può essere dimenticata come può invece accadere per la pillola
  • È più economica di altri metodi contraccettivi (più costosa all'inizio, ma più economica a lungo termine)

Se si desidera, si può avere una gravidanza non appena viene rimossa.

La spirale al progesterone (Mirena) ha il vantaggio aggiunto di ridurre la quantità dei flussi mestruali. Questa rappresenta una caratteristica positiva per le donne che normalmente anno mestruazioni lunghe e abbondanti, o che le avrebbero utilizzando la spirale al rame.Inoltre potrebbe essere drasticamente ridotto il numero di interventi di isterectomia(asportazione dell'utero)  per patologie uterine benigne(fibromi e miomi dell'utero)causa di menorragie  refrattarie alla terapia medica.In alcuni casi si giunge all'amenorrea(assenza di flusso mestruale) e in  mancanza di un adeguato colloquio con la paziente prima dell'inserimento , la donna potrebbe ritenere la riduzione del flusso mestruale o la comparsa di amenorrea come segno di fatti patologici,con la conseguente rimozione dello IUD in alcuni casi .Quindi è molto importante il fatto che sia il ginecologo che la paziente siano a conoscenza che l'amenorrea non è altro che una logica conseguenza dell'azione atrofizzante da parte dell'ormone (LEVONORGESTREL) sull'endometrio.

.618 Medical Lab S.a.s.

via Odescalchi, 39
20831 Seregno (MB)

Telefono: 03621827725
E-mail: info@618medicallab.it
Partita IVA 04792250963
Direttore Sanitario Dottor Pierpaolo Vian

orari di apertura e chiusura dello studio

da lunedì a venerdì: dalle 8.00 alle 21.00 orario continuato
sabato: dalle 8.00 alle 13.00
domenica: chiuso

DOVE SI TROVA LO STUDIO